Una Bibliocabina all'Oratorio


La prima Bibliocabina di Balerna nasce all'Oratorio!
ieri, venerdì 2 febbraio l'abbiamo inaugurata nuova fiammante (come il rosso di cui è dipinta...), resa tale dal lavoro del centro INGRADO di Cagiallo che ha rimesso a nuovo per l’Oratorio di Balerna una cabina telefonica dismessa dalla Swisscom.
L’istallazione è stata resa possibile grazie alla Parrocchia che si è fatta promotrice dell’opera, al Municipio che ha contribuito alle spese e ai parrocchiani di Balerna che hanno portato libri in abbondanza. All’inaugurazione è stato pure lanciato un concorso per i bambini e i ragazzi che attraverso disegni o racconti sulla bibliocabina avranno la possibilità di vincere dei buoni libri.



Su uno dei vetri compare la scritta: «Quando le tue parole mi vennero incontro le divorai con avidità». Sono parole tratte dal testo biblico, non poteva essere altrimenti per una Bibliocabina che nasce all’Oratorio. Sono parole del Profeta Geremia, tratte da un lamento che lui innalza a Dio quando non vede più un senso alla sua missione, e ‘rinfaccia’ a Dio che lui all’inizio ce l’ha messa davvero tutta, ci credeva davvero. Alla fine di tutto Dio davvero consolerà Geremia e lo esorterà a imparare a distinguere tra ciò che è prezioso e ciò che è vile. La lettura è qualcosa di prezioso!
I libri sono qualcosa di prezioso. Per chi crede, ovviamente lo è in primo luogo la Bibbia, ma tutti i libri sono così, sanno insegnare, accompagnare, far crescere. I libri possono farci sognare raccontandoci di mondi fantastici in cui desidereremmo passare del tempo, oppure farci stare con i piedi ben piantati per terra raccontandoci la concretezza delle esperienze, della vita vissuta. Fantasia e realtà si intrecciano nei libri in modo straordinario. Un potere, quello dei libri, che è quasi divino, che è ‘creativo’, nel senso che ci rende in qualche modo collaboratori della creazione.
Nella Bibliocabina dell'Oratorio tutto questo vale ancora di più: desideriamo in essa vivere i libri nello spirito della condivisione, in libertà. I libri si possono prendere e riportare come più ci piace, posso prenderne uno e scambiarlo con un altro che porto, come posso portare qui dei libri senza prenderne nessuno, o ancora prenderne senza portarne altri.
Non è una vera biblioteca: non ci sono cataloghi, non ci sono elenchi, ma solo l’esposizione da spulciare, curiosare.
Non è una libreria, le novità fresche è meglio cercarle lì.
Non è più una cabina, ma i libri possono essere come una telefonata a una persona a cui vogliamo bene.
Divoriamo con avidità le parole che sgorgano dall’inchiostro e dalla carta dalle pagine, facciamo girare i libri che ci hanno appassionato, che abbiamo amato, che desideriamo far conoscere.
A questi libri vogliamo togliere la polvere, loro sono disposti a farsi anche consumare se il risultato è quello di farci appassionare alla lettura! Buon viaggio LIBRI!





www.parrocchiabalerna.ch/Oratorio/Bibliocabina
www.facebook.com/BibliocabinaOratorioBalerna 





Commenti

  1. Ciao é favolosa la bibliocabina a Cagiallo é molto usata Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal centro INGRADO sono stati tutti gentilissimi! E anche dalla gestione della loro Bibliocabina di Cagiallo impareremo molto... ciao

      Elimina

Posta un commento

I commenti sono sottoposti a moderazione, prometto di essere il più tempestivo possibile nella loro pubblicazione.
;-)

Post popolari in questo blog

I'm going to work my ticket if I can

Stupore e meraviglia

Val Codera